<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=952139031809568&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Cinque milioni di euro per il settore nella legge di Bilancio

«Abbiamo stanziato cinque milioni di euro nella Legge di Bilancio a sostegno dell’agricoltura biologica, un settore che è in crescita e che risponde alle esigenze del consumatore».

Lo ha detto il sottosegretario alle Politiche agricole, alimentari e forestali, Giuseppe L’Abbate, a margine della visita di oggi a Fieragricola, 114ª edizione della rassegna internazionale dedicata all’agricoltura, in corso fino a domani a Veronafiere.

E proprio da Verona il sottosegretario L’Abbate annuncia che, in tema di biologico, “il prossimo passo sarà approvare la proposta di legge, attualmente in discussione al Senato. A breve saranno votati gli emendamenti presentati e, in seguito, il Senato licenzierà il testo che è stato approvato mesi fa alla Camera dei Deputati”.

Attenzione assicurata dunque per il settore del biologico, al quale Veronafiere dedica B/Open, la nuova rassegna dedicata al Bio foods & Natural self-care, in programma dal 22 al 24 giugno 2020.

Il futuro del biologico, comparto dai numeri in crescita, dipenderà anche dalle decisioni che verranno prese dall’Unione europea e dall’Italia nell’ambito della prossima Politica agricola comune 2021-2027.

Una delle novità contenute nella proposta di riforma della Pac è, infatti, legata all’eco-schema, che prevede vincoli ambientali per le imprese agricole.

«C’è una discussione in corso – rende noto il sottosegretario L’Abbate – e dovremo individuare insieme agli stakeholder le misure necessarie per avere il contributo aggiuntivo dell’eco-schema».

In questo contesto l’agricoltura biologica potrà avere una più ampia attenzione, anche sul piano economico, in virtù dei benefici di natura ambientale e di tutela della biodiversità.