Gli alimenti senza glutine: quali sono i cibi consentiti e quali evitare

Secondo gli ultimi dati diffusi dall’Istituto Superiore di Sanità, i celiaci diagnosticati in Italia sono 225.418, di cui 158.107 donne e 67.311 uomini. Si stima però che il numero teorico di celiaci in Italia si aggiri intorno a 600.000 persone.

Sono sufficienti questi dati a comprendere la portata del fenomeno nel nostro Paese, ed è proprio per questa ragione che è fondamentale conoscere quali sono i cibi si possono consumare, e quali no. Dedichiamo a questo argomento il presente articolo, cercando di mettere in evidenza i rischi legati al glutine, e come evitarli.

In cosa consiste una dieta senza glutine

Una dieta senza glutine consente di eliminare completamente la comparsa dei sintomi tipici di questa condizione, ma questo comporta la totale esclusione dalla dieta di alimenti contenenti questo ingrediente. Il glutine, infatti, è presente in una infinita quantità di cibi, tra cui i cereali come il frumento, da cui si ricavano alcuni dei prodotti più consumati in assoluto: pane, pasta, biscotti e dolci!

Il glutine è un composto proteico contenente alcune proteine che diventano particolarmente insidiose per un celiaco: causano importanti infiammazioni intestinali. Fortunatamente l’attenzione verso questi disturbi è cresciuta esponenzialmente negli ultimi anni, e oggi essere intolleranti al glutine non è una condizione invalidante per un celiaco. Esistono, infatti, numerosi prodotti appositamente realizzati per questa fascia di popolazione; si tratta di alimenti naturalmente privi di glutine, o che ne vengono privati utilizzando farine alternative. Condurre una dieta senza glutine significa quindi prestare maggiore attenzione a quello che si acquista e consuma, e per venire in aiuto al consumatore celiaco, è stato disegnato e istituito un apposito marchio da parte dell’AIC (Associazione italiana Celiachia) che rappresenta una “spiga barrata”. Questo simbolo rappresenta il metodo più efficace e sicuro per identificare immediatamente i prodotti privi di glutine, nonché garantisce l’idoneità dei prodotti stessi rispetto agli standard definiti dall’associazione italiana celiachia.

Dove si trova il glutine

Il glutine si trova in una grande quantità di cereali, ingredienti che stanno alla base della preparazione di alcuni dei cibi più consumati e amati al mondo: pizza, pasta, pane, biscotti, dolci, grissini ecc. Nel dettaglio, i cereali particolarmente ricchi di glutine sono:

  • Frumento
  • Orzo
  • Segale
  • Farro
  • Avena
  • Kamut
  • Malto
  • Seitan

Ma il glutine non è contenuto soltanto nei cereali a base di grano, ma anche in tanti altri alimenti, e persino nei farmaci! Ricchi di glutine, ad esempio, sono la salsa di soia, i dadi e i preparati per brodo, le salse e i sughi, la cioccolata, i salumi, il latte e i latticini, e alcune bevande.

Alcuni esempi di alimenti permessi, a rischio e vietati

Per condurre una dieta priva di glutine bisogna prestare grande attenzione agli alimenti che si acquistano e consumano. Le informazioni riportate in etichetta diventano più preziose che mai in caso di celiachia, e non devono mai essere ignorate durante l’acquisto. Tra gli alimenti permessi, privi di glutine, dobbiamo ricordare che esistono cereali che sono totalmente “gluten free”, come il riso, il mais, il miglio, l’amaranto e la quinoa. Altri cibi privi di glutine sono la carne, il pesce, le verdure, la frutta e la verdura, a patto che non siano stati sottoposto all’aggiunta di additivi, aromi o altre sostanze.

Quando parliamo di cibi a “rischio”, facciamo riferimento invece a prodotti che durante le fasi di lavorazioni potrebbero essere stati contaminati da sostanze che contengono glutine. In questi casi è sempre doveroso fare riferimento alle informazioni in etichetta e informarsi sui metodi utilizzati nei processi di trasformazione.

Gli alimenti assolutamente vietati sono tutti quelli ottenuti da cereali ricchi di glutine, come frumento, segnale, avena, farro o kamut, e indirettamente tutti quei prodotti che sono stati lavorati con questi ingredienti: verdure, carne, pesce, formaggi, infarinati ecc.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su email